Ho un’ernia, posso fare squat?

Quanti di voi soffrono di ernia del disco?
Spesso chi ha questa patologia si rivolge a me con il timore che possa fargli fare sovraccarichi importanti, o esercizi che ricadano in modo particolare sul tratto lombare della colonna, tra essi lo squat.
Lo squat è un movimento di accosciata, che ha come bersagli principali i glutei e le cosce, e se eseguito correttamente può essere un’arma in più per aiutare chi soffre di questa problematica.
Spesso associamo  questo esercizio ad un bilanciere stracolmo di dischi, proprio come fanno i bodybuilder. In realtà quella è solo una delle tante applicazioni dello squat, ovvero la prestazione, la costruzione di un fisico da gara.
Se noi eseguissimo uno squat senza sovraccarico, puramente tecnico, impareremmo un gesto che volenti o no compiamo tutti i giorni, come ad esempio sedersi e alzarsi da una sedia o da una poltrona. Meglio farlo con la tecnica giusta no?
Il corpo umano è fatto per muoversi, il dolore alla schiena porta a bloccarci, a sdraiarci, ma così altro non facciamo che esasperare la situazione, peggiorando la circolazione sanguigna nei dischi vertebrali e riducendo ulteriormente la mobilità della colonna.